Monthly Archives: April 2014

Asini, Arsenico e Vecchi Merletti

Ecco dove vivo e chi amministra questo territorio!

E’ uscito sulla stampa locale, da pochi giorni, l’annuncio trionfale dell’attuale vice sindaco di Scarlino, Marcello Stella, di voler presentare Scarlino all’Expo 2015 di Milano con il progetto “Latte d’asina”. Questo progetto, secondo il vice sindaco, potrebbe essere un’opportunità unica per il territorio e i suoi operatori turistici. Caro Stella, giusto gli Asinelli potrebbero fare qualcosa, infatti le forze politiche che da oltre due decenni hanno governato il territorio hanno fatto ben poco!

Una semplice domanda: da dove viene il fieno che nutre gli asini e dove vivono gli animali? Non certo nella piana dove inquinamento da metalli pesanti e arsenico è all’ordine del giorno. Gli asini vivono al riparo e mangiano sano, intanto noi, abitanti di Scarlino, non vediamo chiare azioni per la bonifica del territorio. Bella pubblicità propagandare un progetto che prevede fieno per gli animali proveniente da aree lontane dal territorio di Scarlino perché inquinato! E’ proprio una storia di Arsenico e Vecchi Merletti, gli asini e la piana.

Quale contributo o idea lo Stella propone per il problema della piana di Scarlino? Non pervenuto!

Come si può parlare di agroalimentare se non si individua un percorso di bonifica? Non pervenuto!

Sono stanco di essere preso in giro, ecco perché sono del MoVimento 5 Stelle, è l’unica possibilità di uscire da questa morsa mortale di finte opposizioni, demagogie e interessi che prolificano sopra la mia testa e sulla mia salute!

Questo è un documento politico, lo so ma è anche la mia opinione e scelta!

Ciao

FM

Leave a comment

Filed under opinions

Aprire bocca e dare fiato!

Il FQ di oggi riporta le “esternazioni” del Ministro Boschi sulle critiche avanzate da alcuni in merito alle riforme costituzionali, ecco alcune parole: -… I dubbi sono legittimi, ma i Professori bloccano le riforme da trent’anni. Lo dice il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi che riprende un concetto già espresso nei giorni scorsi dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. “Io temo che in questi trent’anni le continue prese di posizione dei professori abbiano bloccato un processo di riforma oggi non più rinviabile per il Paese – dichiara il ministro ad Agorà – Certo ci possono essere posizioni diverse che sono legittime….-.

Allora alcune precisazioni:

1) le riforme sono ferme da decenni non per colpa di  astratti professori, ma per colpa di una classe politica corrotta, collusa ed incapace!

2) le opinioni, posizioni, critiche ed idee diverse non solo sono legittime ma doverose su questo scempio che il Renzie sta attuando alla nostra Costituzione. Cambiare per cambiare non significa niente.

Faceva meglio a stare zitta.

Ciao

FM

Leave a comment

Filed under opinions